Come riciclare la carta in casa

La carta può essere considerata il prodotto che si presta più facilmente al riciclaggio, grazie soprattutto a delle sue specifiche componenti, che possono essere utilizzate più volte portando quindi ad una minore mole di smaltimento rifiuti a Roma e nelle grandi città che patiscono il problema dei rifiuti.

Modalità di riciclaggio della carta

La carta è un elemento che per essere riciclato non ha bisogno di particolari lavori, è infatti è possibile procedere al riciclaggio della carta anche in casa, dove con un po’ d’organizzazione si può trovare un nuovo uso magari alle vecchie riviste e influire anche a miglioramento dell’ambiente circostante.

Per procedere ad un riciclaggio base della carta occorre:

  • Forbici

  • Tritadocumenti

  • Frullatore

  • Contenitore

  • Presa e Setaccio

  • Acqua e Stracci

Dopo aver trovato il necessario per fare questa pratica si può procedere al lavoro di riciclaggio, che può essere diviso in 4 dettagliate fasi.

Fase 1 Taglio della carta da riciclare

La prima fase di lavoro è fondamentale per la buona riuscita di un buon riciclaggio della carta e consiste nel prendere la carta e tagliarla a piccoli pezzettini o  con le forbici o con il tritadocumenti se lo si ha disposizione.

Fase 2 Messa in acqua e nel frullatore

Dopo aver tagliato la carta questa va messa in acqua per circa 24 ore  e dopo averla scolata va inserita all’interno di un frullatore per subire una seconda fase, quella di triturazione.

A questo punto si dovrà scegliere la tipologia di dosaggio,  infatti se vogliamo una carta omogenea dovremmo tenerla più tempo nel frullatore, mentre se abbiamo bisogno di carta resistente la dovremmo frullare di meno.

Fase tre uso del setaccio e della colla

Dopo aver concluso con il frullatore dovremmo inserirla in un’apposita vaschetta con acqua (basteranno un paio di cm) in cui inseriremo anche il setaccio sul fondo e che spolverizzeremo sulla superficie di colla che “aggregherà” i ritagli di carta. A questo punto basterà tirare su il setaccio e far scolare l’acqua dal fondo

Fase quattro la pressatura della carta

L’ ultima fase prevede la pressatura della carta attraverso l’ utilizzo delle tavole e di una straccio inumidito come base.

Dopo aver fatto questa operazione la parte superiore va coperta con un altro panno  e vanno pressate con molta forza.

Ovviamente per questo tipo di operazione vanno bene tutti i tipi di carta, purchè siano puliti e non contengano altri materiali (tipo scotch, punti metallici ecc…), quindi va benissimo anche il cartoncino, gli imballi in cartone ondulato e le buste della spesa di carta che ultimamente si trovano nei supermercati. 

Share this post:

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Related Posts

Comments are closed.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi